Giovedì 11 ottobre a Palermo l’inaugurazione della IV edizione Festival Sabir

Giovedì 11 ottobre alle 12, ai Cantieri della Zisa, si terrà l’evento di inaugurazione della IV edizione del Festival Sabir, dedicata a Tesfalidet, il giovane poeta eritreo morto di stenti il giorno dopo il suo sbarco a Pozzallo.

Il tema attorno al quale si svilupperà il Festival sarà quello della libertà di circolazione: delle persone, delle idee, delle culture e dei diritti.

Come nelle scorse edizioni, parteciperanno rappresentanti della società civile italiana e internazionale, con momenti formativi, laboratori, incontri internazionali, appuntamenti culturali.

Il territorio, in particolare i giovani e gli ospiti dei centri di accoglienza saranno coinvolti attraverso attività laboratoriali con le scuole per tutta la durata di Sabir.

All’inaugurazione parteciperanno il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando ed esponenti delle associazioni e delle reti italiane e internazionali che promuovono o collaborano alla realizzazione del Festival.

Tra i tanti incontri, segnaliamo l’11 pomeriggio quello dell’Accademia dello sviluppo sostenibile dal titolo “Il contributo positivo delle migrazioni allo sviluppo sostenibile, organizzato da ARCS in collaborazione con Arci, Cgil, Auser e la rete europea Solidar.

Sempre l’11 pomeriggio ci sarà il dibattito “Badanti e braccianti: lavoro dignitoso chiave per lo sviluppo”, a cura di Caritas italiana, Acli e Cgil.

Il 12 ottobre si terrà l’incontro “Per un progetto mediterraneo”, con ospiti italiani e stranieri della sponda nord e sud del Mediterraneo. Sempre il 12, nel pomeriggio, “Solidarietà in Europa – l’Alternativa al mercato dell’oscurantismo”, a cura del Forum Civico Europeo, anche questo con ospiti italiani e stranieri.

Il 13 mattina “Come rilanciare il partenariato nella regione del Mediterraneo, partendo dal lavoro dignitoso per lo sviluppo sostenibile, la giustizia sociale e la pace?”, incontro a cura della Cgil con rappresentai sindacali delle due sponde del Mediterraneo. Sempre il 13 “Frontiere armate. Della pericolosa relazione tra immigrazione, sicurezza e sviluppo nel Sahel”, a cura di Arci nazionale nell’ambito del progetto #externalisationpolicieswatch. Segnaliamo infine il 13 pomeriggio “Decriminalizzare la solidarietà, una sfida sempre più attuale”, a cura di Arci e A Buon Diritto in collaborazione con la Rete in Difesa Di e nell’ambito dell’iniziativa dei cittadini europei ‘Welcoming Europe’.

Questi sono naturalmente solo una piccolissima parte dei circa 60 eventi  che ospiterà il Festival fino al 14 ottobre, Festival che si chiuderà con l’evento “Sabir a Tavola – Cucine mediterranee, porti di gusto, ponti tra culture”, realizzato in collaborazione con Silvio Greco e Slow Food Sicilia.

Il programma completo, con l’elenco degli ospiti e i numeri (partecipanti, ospiti, eventi) delle scorse edizioni sono pubblicati sul sito www.festivalsabir.it. Sulla pagina Fb Sabir Festival video e immagini.