Incontro internazionale

Shrinking Space. Della riduzione degli spazi della società civile nelle due rive del Mediterraneo

CONDIVIDI L'EVENTO




DESCRIZIONE
A cura del progetto Majalat, in collaborazione con il Comitato Promotore del Festival Sabir
Traduzione disponibile in IT, FR e ING
Nella maggioranza dei paesi della sponda sud del Mediterraneo e sempre di più anche in quelli di quella nord, le autorità impongono delle importanti restrizioni dello spazio di libertà della società civile. Queste restrizioni prendono forme diverse in funzioni dell'adozione di normative che minacciano la libertà di associazione ma anche attraverso pratiche intimidatorie, la riduzione dell'accesso alle ong a finanziamenti, il controllo delle attività delle organizzazioni e la criminalizzazione della solidarietà. Questa deriva ha delle conseguenze pericolose sia per l'aumento della corruzione, la riduzione della libertà di espressione, la precarizzazione delle popolazioni più vulnerabili – tra cui migranti e rifugiati – e la riduzione del numero di organizzazioni della società civile e dei difensori dei diritti umani. All'evento parteciperanno tre organizzazioni della sponda sud e tre della sponda sud, vittime dirette della criminalizzazione della solidarietà e della riduzione dello spazio della società civile.

ISCRIZIONE
L'accesso all'evento è libero. Non serve iscrizione

DATA
18 Maggio
09:30 - 13:00

RELATORI
Modera e Introduce: Francesco Martone (In Difesa Di)
Intervengono: Riccardo Gatti (Open Arms), Miguel Castiloso (Iuventa), Marine De Hass (La Cimade/Delinquentes Solidaires), Giorgia Linardi (Seawatch), Fabienne Trotte (Relais Culture Europe/Observatoire de la liberté d’association et d’expression artistique et culturelle), Wadih Al Asmar (Presidente Euromed Rights Network), Marwa Fatafta (Transparency International), Rawda Ahmed (Arabic Network for Human Rights Information - ANHRI)

LUOGO
Ex Convitto Palmieri

INDICAZIONI STRADALI
Scopri come raggiungerci