Cittadinanza: 30 anni dalla legge 91/92

La legge sulla cittadinanza compie 30 anni quest’anno. Una legge nata vecchia che guardava già nel 1992 al passato, con l’obiettivo di favorire il rientro in Italia di persone di origine italiana. In questi anni la necessità di una riforma è emersa in tutta la sua urgenza, soprattutto da parte delle nuove generazioni, ragazzi e ragazze che in Italia si sentono a casa, ma che lo Stato, la pubblica amministrazione, continua a considerare stranieri. Questa distanza tra il bisogno di una riforma e l’uso strumentale che ne fa spesso la politica, con una sovrapposizione del tutto inopportuna con il tema dell’immigrazione e degli arrivi, rischia di minare un pezzo importante del futuro del nostro Paese. Da anni, a partire dalla campagna L’Italia sono anch’io, le associazioni sostengono la necessità e l’urgenza di una modifica sostanziale della legge. Serve uno scatto di coraggio da parte della politica, dei partiti dello schieramento democratico, soprattutto per rispondere alla domanda giusta e pressante, dei giovani di origine straniera.  

Modera: Eleonora Camilli, giornalista

Intervengono: Giuseppe Brescia (deputato); Matteo Mauri (deputato); Oliviero Forti (Caritas Italiana); Daniela Consoli (ASGI); Antonio Russo (ACLI); Walter Massa (ARCI), Kurosh Danesh (CGIL); Veronica Fernandes (Rai News); Sonny Olumati (Movimento Italiani Senza Cittadinanza),  Laeticia Ouedraogo (scrittrice e attivista)

 

 

Data e ora

13-05-2022 | 11:00 to
13:00
 

Categoria dell'evento

Share With Friends