Vie d’accesso legali e sicure: la crisi ucraina e quella afghana, due pesi e due misure

Nell’UE negli ultimi anni i governi hanno legiferato, sia a livello UE che a livello nazionale, e messo in campo politiche, volte esclusivamente a impedire la mobilità umana verso il territorio europeo. Una scelta che consegna le persone che vogliono emigrare, sia per ragioni di lavoro che per chiedere protezione, nelle mani dei trafficanti, impedendo loro di rivolgersi agli Stati. Vogliamo riflettere su quale sia oggi lo spazio per rivedere queste scelte e introdurre vie d’accesso legali, sicure e praticabili, per le persone che intendono arrivare nell’UE.

Modera: Alessandra Ziniti, La Repubblica

I Parte: Attraversare le frontiere dell’UE
Oliviero Forti (Caritas Italiana), Chiara Cardoletti (UNHCR); Giulia Capitani (Oxfam Italia); Lorenzo Trucco (ASGI), Syed Hasnain (European Coalition of Migrants and Refugees); 

2^ parte Il caso del protocollo corridoi dall’Afghanistan
Intervengono:  Valentina Itri (ARCI),  Oliviero Forti (Caritas Italiana),  Andrea Pecoraro, (UNHCR), Francesca Iachini (Pangea onlus); Monica Attias (Comunità di S. Egidio); Stefano Bianchi, Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale

 

 

 

 

 

 

Data e ora

12-05-2022 | 14:00 to
16:00
 

Tipologie di evento

 

Categoria dell'evento

Share With Friends