In questi giorni la “Confederazione Europea dei Sindacati” ha inviato, attraverso il proprio Segretario Generale Luca Visentini, un messaggio di solidarietà e sostegno agli organizzatori e i partecipanti del Festival Sabir. Il movimento sindacale ha poi espresso la propria solidarietà e vicinanza agli abitanti di Pozzallo e della Sicilia intera, per il coraggio e l’impegno con cui accolgono le centinaia di rifugiati che giungono in Europa in cerca di una vita sicura e dignitosa.

La CES e’ impegnata a raccontare l’immigrazione in una prospettiva di solidarietà, umanità e inclusione sociale, e ha diffuso recentemente una dichiarazione che denuncia le debolezze delle decisioni, in materia di rifugiati, prese dal Consiglio Europeo il 13 aprile. Questa dichiarazione esprime l’impegno del sindacato europeo a favore di una politica dell’accoglienza che metta in primo piano il rispetto per l’uomo. La Confederazione ricorda che la crescita di muri alle frontiere europee è un fenomeno che contrasta con l’articolo 18 della Carta Europea dei Diritti Fondamentali, la Convenzione di Genova del 28 luglio 1951, il Protocollo del 31 gennaio 1967 e l’articolo 78 del TFEU. La Confederazione esprime poi un giudizio estremamente critico riguardo all’accordo UE-Turchia, privo di qualsiasi forma di umanità nei confronti dei migranti e contrario ai valori europei. L’Unione non può finanziare la Turchia per mantenere i rifugiati in campi al di fuori dei propri confini, senza alcuna prospettiva. Un accordo del genere, poi, non può in alcun modo essere interpretato come un meccanismo per accelerare i negoziati per l’ingresso della Turchia nell’Unione.

La CES ribadisce la propria richiesta di stabilire un piano europeo di emergenza umanitaria e l’attivazione di un ampio schema di protezione nel rispetto della Direttiva 2001/55: invierà una risoluzione al Comitato Esecutivo che si riunirà a giugno, contenente un’agenda dei sindacati europei a favore dell’integrazione di migranti e rifugiati, chiamata “A european trade union action for migrants and refugees“.

 

Qui il testo completo della Dichiarazione:

 

inglese statement_on_eu_council_conclusions_on_refugees

francese declaration_concernant_les_conclusions_du_conseil_de_lue_relatives_aux_refugies

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *